Valchiavenna. Sindaci e Prefetto uniti per risolvere i disservizi postali

CHIAVENNA – Centrale, nell’incontro tenutosi ieri pomeriggio nella sede della Comunità Montana della Valchiavenna il tema legato ai continui disservizi postali.

“Dall’inizio di gennaio – sottolinea il presidente dell’ente comprensoriale Davide Trussoni – grazie ad alcune nuove assunzioni effettuate da Poste Italiane, la situazione è, in parte, migliorata ma permangono i problemi legati alle giacenze della posta in arretrato”.

Nei giorni scorsi Trussoni – unitamente al sindaco di Chiavenna, Luca Della Bitta – aveva denunciato i notevoli ritardi nella consegna della corrispondenza nei comuni valchiavennaschi. Situazione critica che, a causa dei una cronica mancanza di personale, ciclicamente si ripropone e a cui, già più volte, gli amministratori hanno chiesto di porre rimedio.

“Continueremo a tenere monitorata la situazione – ha concluso Trussoni – ma ci aspettiamo un sostanziale miglioramento del servizio nei prossimi mesi”.

A partecipare all’incontro, oltre ai sindaci del mandamento – tutti presenti tranne 2 – anche il Prefetto di Sondrio, Salvatore Rosario Pasquariello, che si è impegnato, congiuntamente agli amministratori locali, nel garantire un servizio essenziale per i cittadini.

 

Michele Broggio