SS36. San Cassiano, il Prefetto. “Ci saranno maggiori controlli”

SONDRIO – Il prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha voluto chiarire la situazione in merito alla sicurezza stradale lungo la statale 36 nel territorio comunale di Prata Camportaccio.

“La problematica – scrive il prefetto – è stata trattata nella riunione tecnica di coordinamento delle Forze dell’Ordine del 12 maggio scorso, a seguito della lettera, inviata il giorno precedente, dal sindaco di Prata, Davide Tarabini. Sono stati decisi maggiori controlli sui rettilinei del tratto della strada statale in questione, all’ingresso ed all’uscita dei centri abitati, in modo da contrastare le condotte pericolose di conducenti di autoveicoli e motoveicoli che tengono velocità molto elevate, in particolar modo in questa fase emergenziale”.

Il prefetto ha chiesto, inoltre, al comandante della Polizia stradale, di effettuare un sopralluogo sul tratto di strada in argomento. “Per il suo eventuale inserimento nell’elenco delle strade in cui è possibile installare dispositivi fissi per l’accertamento della velocità, senza l’obbligo della contestazione immediata”.

Tarabini, era tornato a parlare di sicurezza sulle strade dopo che, nella mattinata dello scorso 14 maggio, lungo il tratto di statale 36 che attraversa il centro abitato della frazione di San Cassiano, si è verificato uno scontro frontale tra un pick-up ed un furgone di piccole dimensioni.