Valmalenco. Polo unico per le primarie: accordo raggiunto. Unione per il 2022/2023

SONDRIO – Un polo scolastico unico, in grado di riunire tutte la scuole primarie della Valmalenco a partire dall’anno scolastico 2022/2023: questo l’argomento in discussione, tra il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale Fabio Molinari, il consigliere regionale Simona Pedrazzi e i sindaci del territorio.

Favorevoli alla proposta gli amministratori coinvolti che ora dovranno stabilire, avvalendosi di un tecnico – possibilmente che abbia già progettato e gestito scuole – se l’unione potrà avvenire in una delle strutture ad oggi inutilizzate e quindi da riqualificare, oppure in uno stabile di nuova costruzione.

“L’obiettivo – concordano i sindaci ed il Dirigente Ust – non solo è quello di costituire un polo che possa ridurre al minimo l’esodo di giovani studenti dalla Valmalenco alla città, ma al contrario, che possa generare un ‘esodo al contrario’, ovvero da Sondrio e limitrofi alla Valmalenco”. Tra le idee messe in campo, quella di offrire agli alunni un percorso ad indirizzo musicale e/o sportivo. La speranza è che questo polo in futuro possa essere preso come esempio, anche considerando che la struttura, oltre ad essere antisismica sarà anti-Covid, quindi conforme alle norme volte al contrasto dell’epidemia che sta caratterizzando questo momento storico e pronta a fronteggiare future situazioni emergenziali.

“Sono molto felice che finalmente si sia raggiunto un accordo con i sindaci della Valmalenco – ha sottolineato Molinari – è un territorio dalle infinite peculiarità che merita un’offerta formativa valida e accattivante”.