Sondrio. Il presidente nazionale Fiavet per la prima volta in provincia di Sondrio

SONDRIO – Le agenzie di viaggio e in generale tutto il turismo organizzato sono uno dei settori più colpiti dalle drammatiche conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria in atto e, alla luce della perdurante crisi, chiedono a gran voce al Governo risorse straordinarie e immediate per far fronte al crollo dei fatturati.

La situazione del comparto sotto la lente della presidente nazionale di Fiavet (Federazione italiana associazione imprese viaggi e turismo) Ivana Jelinic, per la prima volta in provincia di Sondrio in occasione dell’assemblea, tenutasi nella serata di ieri (nella piena osservanza delle norme anticovid), del Gruppo agenzie di viaggio della provincia di Sondrio, attivo all’interno dell’Unione del Commercio e del Turismo e presieduto da Enrico Balestrieri.

“È per noi un onore e un privilegio ospitare la presidente Jelinic, che di recente è entrata a far parte del Consiglio nazionale di Confcommercio – ha sottolineato la presidente dell’Unione Loretta Credaro – In questa estate così anomala, l’andamento delle presenze turistiche nella nostra provincia ha sofferto meno che altrove, ma quello del turismo organizzato è un settore tra i più duramente colpiti e ci auguriamo che la ripresa sia la più vicina possibile”.

“Il turismo – ha evidenziato la presidente Jelinic – in Italia vale il 13% del Pil, che diventa il 24% se consideriamo l’indotto ad esso collegato. È vero che rappresenta un settore strategico per la nostra nazione, ma è altrettanto vero che non viene considerato dalla politica come la vera punta di diamante del nostro Paese. Non lo è stato in passato e non lo è neanche oggi”.

Tra i numerosi aspetti toccati quello legato alla lotta contro l’abusivismo: a tale riguardo, «il Gruppo Agenzie di Viaggio – ha ricordato Balestrieri – è a disposizione per incontrare le amministrazioni comunali che intendano avere ulteriori chiarimenti in merito a questa problematica”.