Body builder. Alla prima gara Pedrazzoli centra il titolo tricolore e vola ai mondiali

SONDRIO – Se lo ricorderà a lungo il giovane body builder sondriese questo weekend di gare di Perugia dove ha sbaragliato la concorrenza sia nella prova per il titolo italiano sia in quella per la qualificazione ai mondiali del 2021, la “The Best Naturally Show”.

Un doppio successo che ha del clamoroso perché prima di domenica scorsa Luca Pedrazzoli non aveva mai partecipato ad una gara. Ma com’è iniziata l’avventura di Luca, 22 anni di Sondrio, nel mondo del fitness e del body building? “Ho giocato a calcio per alcuni anni, poi tre anni fa, all’ennesimo infortunio, mi sono avvicinato al mondo della palestra e quindi al body building. E mi sono appassionato, tanto che ho deciso di continuare e di partecipare anche a competizioni agonistiche”.

Proprio a Perugia è stato il tuo debutto. “Sì, erano le prime gare e, sebbene sia partito per Perugia con la consapevolezza di essere in gran forma, mai mi sarei immaginato di vincere e di vincere in tutte e due le competizioni della categoria Classic Fisic, quella per esemplificare un po’ che riprende le forme del body building degli anni ’70 e ’80”. All’Hotel Gio di Perugia, Luca ha impressionato i giudici e vinto due gare importantissime. “Mi alleno a Sondrio alla Gym Center, il mio coach è il comasco Davide Galleani, un esperto body building e che mi ha insegnato molto. Che sensazioni ho provato dopo le vittorie? E’ gratificante constatare che grazie ad un lavoro costante negli allenamenti e ad una corretta alimentazione si possano ottenere risultati importanti. Il lavoro paga”.