Castione. Salvarono anziani da un’auto che stava per prendere fuoco, premiati 2 militari

CASTIONE ANDEVENNO – Per il lodevole comportamento e l’efficace intervento d’iniziativa, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Sondrio, Colonnello Emanuele De Ciuceis, individualmente e nel pieno rispetto delle norme tese al contenimento della diffusione del Covid-19, ha consegnato al Brigadiere Massimiliano Santarelli e al Carabiniere Scelto Matteo Ravera un encomio del Generale Comandante la Legione Carabinieri Lombardia.

“Dando prova di senso del dovere, iniziativa e determinazione – vi si può leggere – estraeva, con l’aiuto di altro militare, gli occupanti di un’autovettura con principio d’incendio in atto, a seguito di grave incidente, scongiurando così più gravi conseguenze”.

Le azioni che sono valse ai due militari l’encomio risalgono allo scorso 23 novembre quando alla centrale operativa di Sondrio arrivò una richiesta di intervento per un incidente stradale a Castione Andevenno.

Prontamente la “gazzella” dell’Arma si diresse verso la tangenziale ed è proprio nei pressi dell’uscita di via Vanoni che i militari trovarono un auto gravemente danneggiata. I due si fermarono subito a prestare soccorso ad autista e passeggera, due coniugi di 77 e 71 anni, gravemente feriti, verosimilmente, per aver urtato violentemente lo spartitraffico posto tra la tangenziale e lo svincolo d’uscita.

Ad allarmare i due carabinieri anche il fumo che ormai aveva riempito per intero l’abitacolo del veicolo e il principio di incendio che si stava sviluppando nel motore.

Con lucidità, rapidità e senso del dovere, senza alcuna esitazione nonostante fosse a rischio a propria incolumità, i due carabinieri hanno estratto i due anziani dall’auto, con l’estintore in dotazione all’auto di servizio hanno spento il principio d’incendio, e messo in sicurezza il veicolo, dopodiché hanno provveduto a chiamare l’ambulanza.

Nell’attesa dell’arrivo dei sanitari i carabinieri sono restati vicini ai due feriti, in evidente stato di agitazione e shock, sostenendoli e tranquillizzandoli.